27 febbraio: Chantar l’uvern, musica e teatro.

La scelta è tra teatro, musica o tutti e due insieme: sabato 27 febbraio Chantar l’Uvern vi aspetta a Pragelato, a Salbertrand o a Roure.

Pragelato: ore 21.00 a Casa Pragelato: “Piccole scuole di montagna”: Spettacolo teatrale scritto, diretto e interpretato da Roberto Micali, Renato Sibille e Patrizia Spadaro dell’associazione AtTeMuDa. Storie e aneddoti d’altri tempi, quando nelle più sperdute borgate ancora sopravvivevano le pluriclassi e la maestra dormiva nella stessa stanza dove si ammassavano i banchi, quando i bambini facevano chilometri a piedi nella neve e portavano il pezzo di legno per la stufa, quando la convivenza tra ispettori scolastici, ufficiali sanitari, maestri, sindaci o podestà, e curati non era sempre tranquilla.

Salbertrand: ore 21.00 nel Salone polivalente: “Sagrinte nen”: tredici musicisti, tutti appartenenti al panorama musicale della Valle di Susa, ispirato ai modelli delle Blaskapelle, tipiche orchestre a fiati ceche e tedesche, il gruppo KlariBrass è una formazione nuova che si differenzia dalle altre orchestre del territorio piemontese per l’assoluta agilità e versatilità nell’affrontare repertori eterogenei. Si spazia dalle composizioni originali della Boemia e della Moravia fino a brani swing-jazz, colonne sonore e brani tipici della tradizione popolare piemontese e occitana.

Roure: ore 21.00 al Centro sociale di Castel del Bosco: “Chantar l’uvèrn”: teatro, storie, racconti, musica e canti della tradizione occitana e francoprovenzale con Dario Anghilante, Peyre Anghilante, Flavio Giacchero e Gigi Ubaudi. In un sogno teatrale Briga incontra Peyre, Flavio e Gigi, tre giovani in giro per la Francia che suonano e cantano, ma chi è Briga? È un suonatore ambulante vissuto tra ‘800 e ‘900, originario di Lottulo in Valle Maira, che compiva con la sua ghironda delle vere e proprie tournées soprattutto in Francia. È evidente che Briga, vissuto allora, non abbia potuto incontrare Peyre, Flavio e Gigi, tre giovani musicisti di oggi, ma i sogni possono fare miracoli.

La rassegna culturale Chantar l’Uvern vuole valorizzare e promuove la lingua e la cultura occitana, franco-provenzale e francese durante il periodo invernale attraverso spettacoli teatral-musicali, concerti e serate tematiche.

L’edizione 2015/2016 è organizzata dall’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie (Ecomuseo Colombano Romea) nei propri Comuni, con la collaborazione di Chambra d’Oc e Consorzio Forestale Alta Valle di Susa.

Annunci