5-7 gennaio: La “Festo Dou Tarluc” in alta Valle Stura

Nei primi giorni del nuovo anno, si ripeterà in Alta Valle Stura la ‘Festo dou Tarluc’, organizzata dall’Ecomuseo della Pastorizia, dalla Comunità Montana, dall’Unione Montana Valle Stura, dai Comuni dell’Alta Valle e dall’ATL.
Il termine occitano ‘Tarluc’, dal latino inter lux, a Pontebernardo è utilizzato per indicare il lasso di tempo in cui il sole scompare, in inverno, dietro la cima dell’Ubac, per ricomparire più tardi.
Si ripropone la manifestazione che nelle venti edizioni passate ha ottenuto un notevole successo, con centinaia di persone che hanno animato la piccola borgata alpina. Le iniziative organizzate intendono coinvolgere i partecipanti, con l’obiettivo di far vivere e valorizzare antiche tradizioni legate all’attività della pastorizia.
Ai turisti ed agli abitanti della Valle é offerta la possibilità di visitare, nei locali dell’ Ecomuseo della Pastorizia, il nuovo percorso mueale “Na draio per vioure”, allestito la scorsa estate, il centro di selezione degli arieti, il caseificio per la lavorazione del latte di pecora sambucana, il laboratorio dei salumi di carne ovina, di partecipare al laboratorio di lavorazione del feltro e  di assistere alla filatura tradizionale della lana a cura del gruppo di filatrci “La coulounho”, la conocchia.
Un momento particolarmente interessante per adulti e bambini sarà quello della tosatura della pecora ‘floucà’, la pecora più mansueta del gregge, alla quale vengono lasciati ciuffi di lana sulla schiena con l’intento di renderla la migliore e la più appariscente del gruppo.
Altri eventi, all’interno della Festa del Tarluc, prevedono:
a Bersezio, durante la messa di Natale, azione musicale a cura del gruppo occitano dell’Ecomuseo;

a Vinadio , la tradizione dei “pastour” alla messa di mezzanotte e dell’Epifania;

a Pontebernardo, presso la sede dell’Ecomuseo della Pastorizia:

  • la degustazione di tome tipiche della Valle Stura, relizzate con latte di pecora, di capra  e di mucca, e un ottimo formaggio di “latteria turnaria” di Gemona del Friuli, omaggio dell’Ecomuseo delle Acque del Gemonese al nostro Ecomuseo, ospitato a Gemona in occasione della fiera “ Gemona Formaggio e Dintorni”.
  • La degustazione sarà guidata da due tecnici : Guido Tallone dell’Istituto Lattiero Caseario di Moretta ed Antonio Brignone del Consorzio l’Escaroun della Pecora sambucana della Valle Stura.
  • Il grande concerto nella Chiesa Parrocchiale “”L’Occitania,  gli strumenti, il Natale”con Sergio Berardo, Roberto Avena e Chiara Cesano;

a Sambuco  la visita guidata all’ abitato,  alle borgate circostanti, al Centro di Documentazione ed allevamento di capre della Villetta.

a Pietraporzio Il Saponificio “Rose e Caprioli” accoglierà gli interessati per una visita tra i saponi di montagna e le erbe profumate dell’Alta Valle Stura e sarà seguita dalla degustazione gratuita di tisane.

In molti paesi della Valle sarà inoltre possibile visitate originali presepi, realizzati nelle aperture delle finestre, lungo le antiche contrade.

L’Ecomuseo della Pastorizia durante le feste natalizie osserverà il seguente orario: dal 26 al 30 dicembre – il 2 , 3 e  6 gennaio, dalle 15 alle 18 (resta chiuso a Natale, il 31 dicembre e il 1° gennaio)

Per informazioni: Unione Montana Valle Stura, 0171/955555

Scarica la locandina

Annunci