01 ottobre: In Val Grana, sulla via della mela

La Buras è simile alla renetta ed è particolarmente apprezzabile una volta cotta, la Gamba Fina ha forma appiattita e un peduncolo sottile, la Contessa si distingue per una polpa particolarmente croccante; e poi ancora la trusa, la bruschet, la marcun, la limoncella, carpendù…
Queste e tante altre antiche varietà di mele piemontesi, saranno protagoniste, domenica 1 Ottobre, dell’appuntamento “Sulla via della mela” proposto dall’azienda agricola L’Ostal di Valgrana all’interno di Expa – la rassegna itinerante, ideata dall’Ecomuseo Terra del Castelmagno di Monterosso Grana, che dalla primavera all’autunno offre la possibilità di conoscere la storia di luoghi, prodotti e persone della Valle Grana attraverso momenti esperienziali.
La melicoltura piemontese ha una storia antica e gloriosa, iniziata nell’Alto Medioevo, quando gli ordini monastici coltivarono e migliorarono le varietà sopravvissute alle invasioni barbariche e la Valle Grana è considerata una delle culle delle coltivazioni del melo in Piemonte: in tale zona il melo trovò infatti un habitat particolarmente favorevole in cui le forti escursioni termiche giorno/notte esaltavano gli aspetti qualitativi dei frutti. A partire dall’inizio del Novecento poche varietà estere maggiormente adatte al mercato sono divenute dominanti a discapito del patrimonio variegato di varietà autoctone. Molte di queste però sono sopravvissute anche grazie ad una caratteristica più o meno comune a quasi tutte: si conservano per lunghi periodi e diventano più saporite e aromatiche con il passare del tempo.
L’azienda agricola biologica L’Ostal è conosciuta soprattutto per aver saputo, in circa 20 anni di attività, recuperare alcune antiche varietà autoctone di mele. Domenica 1 Ottobre i partecipanti verranno condotti dagli operatori in una passeggiata tra i frutteti dall’azienda alla scoperta della storia dello straordinario patrimonio composto da circa 50 antiche varietà di mele. Seguirà una degustazione durante la quale i partecipanti verranno guidati nella conoscenza delle peculiarità che caratterizzano una varietà rispetto ad un’altra.
Per concludere verrà offerta una selezione di prodotti dell’azienda, che oltre alla coltivazione di mele, pere e altri frutti e ortaggi di dedica alla produzione di trasformati quali conserve, confetture, succhi e sciroppi.
Il ritrovo è alle ore 9.00 a Valgrana, frazione Cavaliggi 6/a, presso l’azienda agricola L’Ostal.
Il costo dell’attività, che si svolgerà con un numero minimo di 10 partecipanti, è di €5 per gli adulti, gratuito per i bambini sotto i 10 anni.
Prenotazione obbligatoria a: expa.terradelcastelmagno@gmail.com oppure +39 329 4286890.

Annunci