9 giugno: “La tartaruga rossa” a Malesco (VB) e anticipazioni sul Malescorto

Quest’anno grazie a Malescorto 360° Events e con la collaborazione della Pro loco di Malesco e di Poliritmica, festival musicale dedicato alle percussioni che si svolge a Verbania, Malescorto propone due eventi assolutamente esclusivi per la Val Vigezzo: la proiezione de “LA TERRA BUONA” il 30 luglio con la partecipazione del regista e la proiezione de “LA TARTARUGA ROSSA” il 9 giugno con sonorizzazione dal vivo realizzata a cura di Gabriele Pezzoli e Brian Quinn del collettivo BLUE2147 (CH) con ospiti Davide Merlino ed Elia Anelli del progetto Between the fronds (IT).

“LA TARTARUGA ROSSA” è un lungometraggio di Michael Dudok De Witt (NL) che verrà sonorizzato con musica Nu-Jazz e Ambient improvvisata. In scena dunque due linguaggi, la musica e il cinema, che si uniranno in un unico ed emozionante discorso senza interruzioni. La performance si baserà sulla creazione di un contrappunto originale, creato sul momento, tra le immagini sullo schermo e l’improvvisazione musicale dove la sonorizzazione in tempo reale instaurerà un dialogo creativo in divenire, non soltanto tra i quattro musicisti, ma coinvolgendo anche la proiezione delle immagini come fosse un membro attivo dell’ensemble, ne risulterà un punto di vista unico e irripetibile sulla visione del film e sull’ascolto del concerto. Gli artisti che si esibiranno nella sonorizzazione sono Gabriele Pezzoli al Piano Rhodes e alle Tastiere, Brian Quinn alla Batteria, Davide Merlino al Vibrafono e alle Percussioni ed Elia Anelli alla Chitarra Elettrica.

Il 30 luglio, in occasione dell’apertura del Festival, si proietterà invece “LA TERRA BUONA” di Emanuele Caruso, distribuito nelle sale italiane dal 1° marzo 2018 e per la prima volta proiettato in Valle Vigezzo. Il film è stato girato prevalentemente nei territori limitrofi al Parco Nazionale della Val Grande oltre che presso il monastero benedettino di Marmora, in alta Val Maira (CN) e racconta tre storie vere che nella realtà non si sono mai incontrate: quella di Mastro, ricercatore costretto a fuggire dall’Italia per le sue idee poco convenzionali, quella di Gea, una ragazza alle prese con una battaglia fra la vita e la morte e quella di Padre Sergio, monaco benedettino che nella sua vita ha creato dal nulla una biblioteca che oggi custodisce 70000 volumi oggi introvabili.

Per quanto riguarda invece la programmazione classica del Festival, le opere in concorso
saranno proiettate nell’arco di quattro serate, da martedì 31 luglio a venerdì 3 agosto mentre per la serata di sabato 4 agosto è prevista la proiezione e la premiazione dei corti vincitori, quando saranno presenti registi, membri della giuria e autorità locali.

Info:
info@malescorto.it
+ 39 0324/92444

Annunci