Arrivano i pacchetti turistici degli “Ecomusei del Gusto”

Proposte di uno o due giorni per un mese di ottobre alla scoperta dei quattro ecomusei aderenti al progetto: “Ecomusei del Gusto”.

Dopo la partecipazione alla Festa della Segale di Sant’Anna di Valdieri il progetto Ecomusei del Gusto,  finanziato dalla Fondazione CRC nell’ambito del Bando Musei Aperti, lancia i pacchetti turistici di uno o due giorni ideati in collaborazione con l’agenzia di viaggi Insite Tours che nel mese di ottobre permetteranno di scoprire i quattro ecomusei aderenti al progetti e le rispettive valli dal punto di vista enogastronomico, culturale e naturalistico.

Si partirà dalla valle Gesso con proposte di esperienze che faranno conoscere la comunità dell’Ecomuseo della Segale, imparare i segreti della panificazione in forno a legna e scoprire il territorio del Parco Naturale Alpi Marittime. I partecipanti avranno anche l’opportunità di cimentarsi in un laboratorio di panificazione in cui si preparerà e si cuocerà il pan barbarià, il pane della tradizione montana realizzato con un impasto di farina bianca e di segale.

La seconda settimana di ottobre vedrà protagonista la valle Maira e prevede uno o due giorni sulle orme degli antichi acciugai, alla ricerca di affascinanti affreschi in alta quota, accompagnati dai profumi e dai gusti dell’alta valle. Nel programma non mancano infatti visite guidate alla scoperta di chiese e cappelle di Celle di Macra, la visita del Museo Seles – Museo multimediale dei mestieri itineranti Anciuè e un laboratorio sulle salse locali (salsa verde, aioli, ecc).

Dal 14 al 20 ottobre i riflettori saranno puntati sulla valle Stura, con possibilità di scegliere tra due proposte di un giorno e un pacchetto di due giorni nei luoghi dell’Ecomuseo della Pastorizia per conoscere il mondo dei pastori di pecore sambucane dell’alta valle e cimentarsi nella preparazione dei prodotti e dei piatti tipici del territorio.
A differenziare i pacchetti, accomunati da una visita all’Ecomuseo, le diverse attività alla scoperta dei prodotti tipici della valle (crouzet, agnello sambucano, castagne).

Il mese si chiuderà in valle Grana alla scoperta delle produzioni storiche e recenti della valle e ad ascoltare le storie degli abitanti di ieri e di oggi in un’atmosfera “senza tempo”. Due i pacchetti di una giornata: uno alla scoperta dei segreti del Castelmagno e uno dedicato a tartufo nero e zafferano. Il pacchetto di due giorni permette di vivere un’esperienza più immersiva con la visita all’Ecomuseo Terra del Castelmagno e passeggiate sul sentiero dei Servanot a Monterosso Grana e in collina tra gli zafferaneti.


I pacchetti sono acquistabili sul sito di Insite Tours (https://www.insitetours.eu/ecomusei-del-gusto.html); per informazioni è possibile chiamare il numero 339.4971686 o inviare una email all’indirizzo info@insitetours.eu.

Domenica 15 settembre è invece il termine ultimo per strutture ricettive e soggetti privati appassionati di cucina per inviare ricette della tradizione, antiche, dimenticate, ma anche ricette riscoperte e rivisitate che abbiano come protagonisti i prodotti tipici e locali delle quattro valli coinvolte nel progetto. Le ricette, che possono essere trasmesse via mail all’indirizzo info@ecomuseidelgusto.it corredate di foto, saranno pubblicate sul sito internet www.ecomuseidelgusto.it, mentre una selezione di esse entrerà a far parte del ricettario ufficiale del progetto.