12 e 27 giugno: visita a Scopriminiera e ai “cantieri” di affinamento degli Spumanti L’Autin

Dal 2015 le miniere Paola e Gianna, in cui si sviluppano i percorsi di visita ScopriMiniera e ScopriAlpi, sono divenute protagoniste di un nuovo e rivoluzionario metodo di fermentazione dei vini ed in particolare degli spumanti.

Il progetto è nato dalla collaborazione con la prestigiosa Cantina pinerolese L’Autin.

I vigneti e le cantine in cui avviene la prima fermentazione in acciaio si trovano ad una trentina di km dal sito minerario.

Dopo questa prima fermentazione le bottiglie, vengo preparate per il loro viaggio verso il cuore della montagna e raggiunto l’ecomuseo, a bordo del trenino, vengono condotte all’interno dei due cantieri. Qui, al riparo dalla ventilazione, le condizioni ambientali garantiscono un livello ideale di temperatura ed umidità, costante tutto l’anno e gli spumanti iniziano un lungo  periodo di riposo (di oltre 36 mesi) nel quale si ha la formazione dell’effervescenza.

Le due varietà di spumante “Eli Brut” ed “Eli Brut Rosé”, acquisiscono il loro carattere in questi cunicoli scavati dall’uomo per l’estrazione del rinomato talco “Bianco delle Alpi”.

Un legame sentimentale con l’attività di estrazione che, oggi grazie a percorsi turistici enogastronomici sono diventati,  consente ai visitatori di ripercorrere le gallerie scavate dai minatori della Val Germanasca, soffermarsi a visitare i cantieri divenuti cantine per questi spumanti per poi degustarli ed assaporarli nel corso di un gustoso pranzo.

Ancora due gli appuntamenti in cui sarà possibile effettuare questo viaggio affascinante sotto tutti i punti di visita.

Per informazioni e prenotazioni (obbligatorie) contattare la Cantina L’Autin: www.lautin.it – 333.3078870 – info@lautin.it