Archivi tag: visite

“Festo dou Tarluc” Edizione 2022/2023 – Ecomuseo della Pastorizia (CN)

La Festo dou Tarluc è una delle più longeve azioni promosse dall’Ecomuseo della Pastorizia di Pontebernardo. Il termine tarluc deriva dal latino inter lux, e in lingua d’Oc indica il fenomeno per cui – in particolare nel borgo di Pontebernardo – da novembre a febbraio, il sole sorge al mattino, scompare dietro la cima del monte ubac, per poi comparire nuovamente nel pomeriggio: in questo periodo Pontebernardo ha – per così dire – due soli! 

Anche per l’edizione 2022-23, saranno numerosi gli appuntamenti e i momenti aggregativi e di comunità nei territori dei tre comuni dell’Alta Valle Stura – Sambuco, Pietraporzio e Argentera – dove tra Natale e l’Epifania, si alterneranno concerti di musica tradizionale e balli occitani, escursioni e degustazioni di prodotti tipici, passeggiate accompagnate dal suono della tradizionale cornamusa, laboratori per grandi e piccini legati al mondo della lana, e la distribuzione dell’anhel de pan (il tipico pane a forma di agnello). Una delle attrazioni principali della Festo dou Tarluc sarà inoltre la tradizionale tosatura della pecora floucà, la pecora con i “fiocchi”. 

Festo dou Tarluc

Si inizia il 24 dicembre, alla vigilia di Natale, con un’animazione musicale curata da Simonetta Baudino e dai suonatori della valle, nella chiesa dell’Assunta di Pontebernardo, durante la messa di mezzanotte. Il 30 dicembre, concluderemo l’anno con una ciaspolata sui sentieri dell’ecomuseo a cui seguirà un aperitivo-degustazione alla locanda “La Pecora Nera” di Pontebernardo. Appuntamento alle ore 14,30 davanti all’Ecomuseo per la partenza della passeggiata. L’attività è gratuita e rientra tra le azioni del progetto Ecomusei del Gusto. Per informazioni tecniche sul percorso e su eventuale necessità di noleggiare le ciaspole contattare la guida escursionistica al numero +39 334 533 6868 (Noemi Silvestro). 

Il nuovo anno ripartirà con altre numerose attività: il 3 gennaio alle ore 15 a Bersezio, ci sarà un laboratorio del gusto per piccoli e grandi golosi insieme ad Alessandro e Silvia della Pasticceria Bruno, per scoprire come funziona il loro laboratorio di pasticceria artigianale e imparare a creare buonissime caramelle che profumano di montagna. Per concludere al meglio il pomeriggio, verrà offerta una golosa merenda. Il 4 gennaio alle ore 14, sempre a Bersezio, una ciaspolata in musica, accompagnata dal suono della cornamusa di Davide Bagnis – giovane musicista della valle – con assaggio di prodotti delle quattro valli di Ecomusei del Gusto. Le attività sono gratuite e rientrano tra le azioni del progetto Ecomusei del Gusto. Per informazioni tecniche sul percorso e su eventuale necessità di noleggiare le ciaspole contattare la guida escursionistica al numero +39 347 238 5581 (Stefano Melchio). 

Il 5 e il 6 gennaio, saranno il cuore della festa: nel pomeriggio del 5, alle 16.30 nella Chiesa dell’Assunta di Pontebernardo, il concerto “Nouvè de Gersi – canti di Natale dal Piemonte alla Provenza passando per le Alpi” di e con il trio di musicisti Nicolò Bottasso, Gabriele Ferrero, Andres Reyes Saladrigas ci farà viaggiare attraverso i canti tradizionali del Piemonte dalla pianura alle Alpi e i Nouvè provenzali, un concerto che parlerà il linguaggio dei sogni, della nascita e della rinascita, attraverso la voce e i violini. A seguire, alle ore 18, una ciaspolata notturna sul sentiero escursionistico “Stefania Belmondo” che collega Pontebernardo a Pietraporzio, organizzata dal comune di Pietraporzio. In serata, alle 21.30

Gran Ballo Occitano presso la Crusà di Pietraporzio in compagnia di Sergio Berardo e i sonaires de la valada. 

Nel pomeriggio del giorno dell’Epifania, appuntamento a Pontebernardo nella stalla dell’Ecomuseo alle 14.30, per la rappresentazione della tradizionale tosatura della floucà – eseguita da Fabrizio Bagnis, abile tosatore della Valle Stura – e la dimostrazione degli antichi mestieri. Alle 16, nella saletta incontri dell’Ecomuseo, laboratorio di feltro per bambini e famiglie con Romina Dogliani e distribuzione degli agnel de pan ai più piccoli. A fine pomeriggio, intorno alle 17, inaugurazione dell’opera d’arte collettiva “La Feo Luz” in feltro di lana sambucana realizzata nelle tre giornate di comunità sulla filiera della lana che si sono svolte a luglio 2022. 

Nel corso del pomeriggio sarà possibile visitare il percorso ecomuseale “Na Draio per Vioure” testando l’App multimediale Kurubik, grazie alla quale lo smartphone si trasformerà in una guida interattiva in grado di aprire la porta e di condurre i visitatori all’interno dell’ecomuseo attraverso nuovissimi contenuti multimediali audio e video. La sperimentazione della fruizione del percorso tramite App è un’azione del progetto TradINNOVAzione, realizzato dall’Ecomuseo della Pastorizia e dall’Unione Montana Valle Stura nell’ambito del bando Luoghi della Cultura della Fondazione CRC. 

L’ultimo giorno di festeggiamenti si svolgerà a Sambuco: sabato 7 gennaio, alle 14:00, ciaspolata in musica, accompagnata dal suono della cornamusa di Davide Bagnis – giovane musicista della valle – con assaggio di prodotti delle quattro valli di Ecomusei del Gusto. L’attività è gratuita e rientra tra le azioni del progetto Ecomusei del Gusto. Per informazioni tecniche sul percorso e su eventuale necessità di noleggiare le ciaspole contattare la guida escursionistica al numero +39 334 533 6868 (Noemi Silvestro). 

Alle 17:00, ci si sposterà presso il Centro di Documentazione del paese, per la presentazione dell’Abbecedario Occitano, libro fresco di stampa realizzato grazie al contributo dell’Unione Montana Valle Stura ed edito da “La Cevitou”, che attraverso ventun parole-chiave narrate da Caterina Ramonda e illustrate da Marco Paschetta ci guida nella scoperta dei territori delle vallate occitane italiane in un percorso tra i mestieri stagionali, gli alberi, gli animali, i balli, gli strumenti musicali, i cibi, le feste, le creature fantastiche e altro ancora. A seguire un laboratorio per bambini e famiglie dal titolo “Piccolo Viaggio nell’Immaginario Occitano. Crea il tuo Abbecedario”, per immergersi nella realtà linguistica e paesaggistica raccontata dall’Abbecedario. Il laboratorio, dedicato ai bambini dai 5 anni in su e agli adulti, è curato da Caterina Ramonda e Marco Paschetta, e prevede un primo momento di narrazione e di scoperta delle parole e un secondo momento di creazione attraverso il disegno di un proprio abbecedario. Per maggiori informazioni cultura@vallestura.cn.it. 

Nel periodo festivo sarà possibile visitare l’Ecomuseo della Pastorizia, il suo percorso ecomuseale Na Draio per Vioure e la mostra fotografica La Montagna Viva, accompagnati dalla guida, nelle seguenti date: 24, 26 e 31 dicembre; 6, 7 e 8 gennaio, con orario 15-18. 

Tutte le attività della Festo dou Tarluc sono gratuite. È gradita la prenotazione al numero +39 340 984 8801 o a ecomuseopastorizia@vallestura.cn.it. 

La Festo dou Tarluc è organizzata dall’Ecomuseo della Pastorizia e dall’Unione Montana Valle Stura in collaborazione con il Consorzio l’Escaroun, i comuni di Argentera, Pietraporzio e Sambuco, con il sostegno dalla Regione Piemonte L.R. 31/95 e dalla Fondazione CRC.

Pubblicità

28-29-30 Dicembre: Incantesimi di Luce – Ecomuseo di Malesco (VB)

L’Ecomuseo regionale Ed Leuzerie e di Scherpelit di Malesco vi invita alla  rassegna “Incantesimi di luce”, con tre “eventi luminosi”, aperti a tutti, proposti per la  prima volta in Valle Vigezzo. 

Mercoledì 28 dicembre si terrà la presentazione del progetto “Teatri di luce” con la  prima assoluta di “Perfetta per Due” di e con Sara Tadina. La scenografia e gli effetti  luminosi saranno a cura di Alessia Dresti e Rebecca Sotta. 

Si tratta di uno spettacolo di teatro delle ombre, rivolto a tutti e realizzato in maniera  artigianale, utilizzando anche materiale di riciclo. Oltre all’appuntamento pomeridiano,  l’iniziativa sarà riproposta alle 20.30. Date le numerose richieste pervenute, si è deciso di  proporre un ulteriore turno, alle 15.30.  

Giovedì 29 e venerdì 30, invece, in collaborazione con il centro “Il Caleidoscopio” di  Gordola (Svizzera) e l’associazione “Albero fra Cielo e Terra”, verranno proposte  esperienze Snoezelen, sia per adulti che per bambini.  

Queste si svolgeranno presso la Sala Trabucchi, la quale per l’occasione verrà allestita  con luci particolari e laboratori sensoriali. Lo Snoezelen è, infatti, un approccio  pedagogico/terapeutico che ha lo scopo di promuovere il benessere della persona,  attraverso la stimolazione multisensoriale modulata (effetti visivi, uditivi, tattili, olfattivi,  propriocettivi, vestibolari e gustativi). Utilizzato in origine come supporto per arricchire la  vita delle persone con gravi disabilità intellettive e permettere di entrarvi in relazione,  durante questa rassegna sarà, invece, aperta a tutti, per scoprirne tutte le peculiarità. Per i tre appuntamenti previsti, la prenotazione è obbligatoria al n. + 39 0324/92444  oppure inviando una mail a info@leuzerie.it 

Inoltre, l’Ecomuseo di Malesco parteciperà all’evento “Natale  d’incanto”, promosso dalla Pro Loco di Malesco, in sinergia con le associazioni del  paese. ll 18 Dicembre 2022, durante tutta la giornata, proporremo un laboratorio sensoriale, a orario continuato, presso la Piazzetta Santa Lucia, situata nel centro storico  del borgo. 

Il Museo del Parco Nazionale della Val Grande, aperto dal 8 al 11 dicembre 2022 dalle  ore 14:30 e 17:30 e durante le vacanze natalizie, per l’evento aprirà le sue porte dalle 10  alle 17, a orario continuato; verrà proposto un laboratorio per bambini e la proiezione di  un video, legato alla magia della neve, di nostra produzione. 

Per i più golosi si segnala che l’Accademia dei runditt vi aspetta per una sfiziosa  merenda, presso la nuova sede, inaugurata lo scorso mese, nei giorni 29 dicembre e 06 gennaio. 

Infine, anche quest’anno, si potrà scegliere di sostenere i commercianti, associazioni e i produttori di Malesco, Finero e Zornasco con il progetto Ecobox, realizzato dall’Ecomuseo e dalla Proloco. Direttamente online, attraverso il sito web http://www.ecomuseomalesco.it, sarà possibile comporre una scatola con prodotti e servizi a  km0 come confetture, panettoni artigianali, massaggi relax e molto altro. Sarà nostra  cura confezionare l’ecobox scelta che sarà pronta per essere donata.  Per conoscere i dettagli delle iniziative del paese, è possibile consultare il portale  dell’ufficio turistico http://www.visitmalesco.it. 

Contatti 

Ecomuseo regionale Ed Leuzerie e di Scherpelit di Malesco (VB) 

+39 0324/92444 

info@leuzerie.it 

Per il programma degli eventi e le informazioni dettagliate, consultare il sito:

http://www.ecomuseomalesco.it 

25 Novembre: il Museo Egizio in Val Vigezzo – Ecomuseo di Malesco (VB)

A Malesco (VB) L’Associazione  Turistica  Pro Loco  Villette e  l’UNPLI  (Unione  Nazionale  Pro  Loco  d’Italia) del VCO hanno inaugurato, lo scorso mese, una mostra in collaborazione con  il Museo Egizio, la Direzione della Casa Circondariale ‘Lorusso- Cutugno’ e l’Ufficio  della Garante dei diritti delle persone private della libertà del Comune di Torino,  nell’ambito del progetto “Liberi di imparare”.  

Grazie a due istituti scolastici, le classi della Casa Circondariale si sono trasformate in  laboratori che hanno coinvolto alcuni dei detenuti nella realizzazione di repliche di  reperti della preziosa Collezione del Museo Egizio.  

Il giorno 25 novembre, come evento conclusivo di tale Mostra, in collaborazione con  l’Ecomuseo regionale Ed Leuzerie e di Scherpelit di Malesco (VB), si organizza una giornata a tema con tre speciali iniziative

h. 17:00 – 17:50 | Municipio di Villette (VB): incontro dal titolo “Dal Nilo al  Po: introduzione al Museo Egizio” a cura del Centro Italiano di Egittologia  Giuseppe Botti CIEB, condotto dal Dott. Marco De Pietri. Per l’occasione sarà  possibile visitare la mostra allestita nell’ambito dell’iniziativa “Liberi di  imparare”. Ingresso libero, senza prenotazione.  

h. 18:20 – 19:30 | Cinema Comunale di Malesco (VB): Visita virtuale, in  collaborazione con l’Ecomuseo di Malesco, in diretta, al Museo Egizio condotta dall’egittologa Divina Centore presso il Cinema Comunale di Malesco  sito in p.zza E. Romagnoli. Ingresso libero, senza prenotazione. 

Dalle h. 20.00 | Ristorante “La Taverna” di Malesco (VB):  Cena conviviale “Merenda sinoira”, a buffet, presso il ristorante “La Taverna” di Malesco (VB), in collaborazione con l’Ecomuseo regionale di Malesco, con  circa 20 specialità piemontesi tra cui fritto misto alla piemontese, bagna  cauda e bonet; vino e bevande inclusi. Costo pari a 30€/partecipante.  Prenotazione obbligatoria allo +39 0324 92444 o via email a info@leuzerie.it 

È possibile partecipare anche ad una sola attività in programma. 

6 Novembre: Pomeriggi nei borghi monferrini – Ecomuseo della Pietra da Cantoni (AL)

“GENIUS LOCI- POMERIGGI NEI BORGHI MONFERRINI”

FUBINE – Domenica 6 NOVEMBRE 2022

Piazza Cristoforo Colombo – dalle ore 14.30

Si rinnova l’appuntamento nei mesi invernali con “Genius Loci – Pomeriggi nei borghi monferrini”, iniziativa promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni, in collaborazione con Comuni monferrini  soci dell’Ecomuseo, condotta da Anna Maria Bruno. 

In questa nuova edizione gli appuntamenti si svolgeranno a Fubine Monferrato (novembre), Conzano (dicembre), Frassinello Monferrato (gennaio), Ozzano Monferrato (febbraio) e Vignale Monferrato (marzo).

Ad aprire la nuova rassegna dunque è il Comune di Fubine che, nel pomeriggio di domenica 6 novembre, ospita l’evento.

Il ritrovo è previsto per le ore 15.00 presso la Chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta, dove ad accogliere i visitatori vi sarà Stefano Barbero, Assessore alla Cultura del Comune di Fubine. Ma già dalle 14.30 sarà possibile salire, in piccoli gruppi, al campanile della chiesa parrocchiale da cui si potrà godere di un ampio panorama sia sulle colline monferrine che sulla pianura alessandrina. Contestualmente si potrà inoltre accedere all’infernot che si trova nel Palazzo comunale, con ingresso dall’Ufficio di informazioni turistiche. Chiesa parrocchiale e Palazzo comunale si trovano, una di fronte all’altro, in piazza Cristoforo Colombo. 

Dunque protagonista della prima visita di approfondimento sarà la chiesa dell’Assunta, che conserva al suo interno la Via Crucis del pittore Paolo Gaidano, giunta a Fubine grazie all’intercessione dell’amico architetto Crescentino Caselli. E di Caselli – archistar dell’Ottocento monferrino – parlerà Stefano Barbero, durante la passeggiata che si effettuerà lungo lo spalto, che è parte delle antiche mura difensive. A seguire si accederà al Teatro dei batù (ex chiesa del Ponte), dove Marina Roncati introdurrà la storia del conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, a cui la Compagnia Teatrale Fubinese ha dedicato un breve video intitolato “Il mistero della cripta”.

Dolce conclusione con  l’assaggio della cioccolata prodotta dalle abili mani di Luigia Belperio, nella sua cioccolateria: “Profumi di cioccolato”. 

Genius Loci è un’iniziativa a partecipazione libera e gratuita e si svolgerà anche in caso di pioggia. Per info chiamare il n. 348 2211219 o scrivere a chebisa@virgilio.it

11 Settembre: Spettacolo “Crescente-Il rito del pane” di Tindaro Granata – Ecomuseo della Segale (CN)

Domenica 11 settembre il progetto Ecomusei Palcoscenico Naturale approda all’Ecomuseo della Segale di Sant’Anna di Valdieri con Crescente – Il rito del pane, laboratorio-spettacolo a cura di Tindaro Granata.

Non è un corso per panificatori e non è una performance, ma è la scelta di partecipare e conoscere i segreti di questa nobile arte, dove la manualità dell’impasto di farine, acqua e “u criscenti” (il lievito madre) è l’occasione per diventare custodi consapevoli di un antico lavoro umano, che si ripete e si tramanda dai tempi dei tempi.

Tindaro Granata racconterà la differenza tra il pane antico e quello moderno; l’origine del lievito e la sua gestione; parlerà delle farine antiche e di quelle di oggi; si impasterà insieme; si riscoprirà la grande intelligenza del nostro corpo nel riconoscere il proprio impasto e si praticherà la lentezza del gesto del fare, l’attesa e la gioia di nutrirsi della propria opera d’arte, il proprio pane. Parlare, scoprire, raccontare, confrontarsi, ridere, divertirsi, gioire, ricordare: questo accadrà per chi sperimenterà l’antico rito del fare il pane. I partecipanti sono invitati a fare un’esperienza profonda di creazione, che genera pace, durante la quale si diventa protagonisti del tempo dell’impasto, “lievitando” parole buone come il pane.

Ritrovo: ore 15, Forno comunitario dell’Ecomuseo della Segale di Sant’Anna di Valdieri.

L’appuntamento è organizzato nell’ambito del progetto “Ecomusei Palcoscenico Naturale” sostenuto dalla Regione Piemonte, condiviso e realizzato con Abbonamento Musei e Fondazione Piemonte dal Vivo, in collaborazione con la Rete Ecomusei Piemonte e il sostegno della Compagnia CRT – Bando Esponente.

Ingresso: € 5

L’acquisto del biglietto di ingresso allo spettacolo “Crescente, il rito del Pane” ti dà la possibilità di partecipare, su prenotazione e fino a esaurimento posti, a due attività in programma per la mattina dello stesso giorno:

Far lo pan

Fare il pane è un rito che custodisce saperi, tradizione e storie: Tindaro Granata incontra la comunità dell’Ecomuseo della Segale in un laboratorio di panificazione inedito e coinvolgente.

Quando? Domenica 11 settembre 2022.
Ritrovo: ore 10, Museo della Civiltà della Segale di Sant’Anna di Valdieri.
Orario previsto di fine attività: ore 12.30.
Costo: per partecipare al laboratorio è necessario acquistare il biglietto (€ 5) dello spettacolo pomeridiano “Crescente, il rito del Pane” di Tindaro Granata.

Registra la tua partecipazione
A causa di un numero di posti limitato (18 persone), è necessario registrare la propria partecipazione cliccando qui.
In alternativa ci si può registrare all’evento telefonando allo 0171 976800.


Passeggiata musicale sui sentieri della Segale

Escursione musicale sui viòl (sentieri) dell’Ecomuseo della Segale, in compagnia dei Guardiaparco e delle Guide Parco. Un’opportunità per imparare a guardare i boschi di Sant’Anna di Valdieri con occhi nuovi e scoprire, nascosti tra tronchi, rami e foglie, grandi terrazzamenti, canali irrigui e antichi forni: testimonianze di un tempo, non troppo lontano, in cui queste montagne erano abitate e vissute da tante persone.

Grado di difficoltà: per tutti.
Quando? Domenica 11 settembre 2022.
Ritrovo: ore 10, Museo della Civiltà della Segale di Sant’Anna di Valdieri.
Orario previsto di fine attività: ore 12.30.
Dislivello: 350 m.
Materiale necessario: scarponi o scarponcini, zaino, acqua, impermeabile.
Costo: per partecipare al laboratorio è necessario acquistare il biglietto (€ 5) dello spettacolo pomeridiano “Crescente, il rito del Pane” di Tindaro Granata.

Registra la tua partecipazione
A causa di un numero di posti limitato (18 persone), è necessario registrare la propria partecipazione cliccando qui.
In alternativa ci si può registrare all’evento telefonando allo 0171 976800.