Tutti gli articoli di ecomuseipiemonte

Quello di Ecomuseo è un concetto complesso: un'entità che prevede il coinvolgimento di un territorio omogeneo e della sua popolazione nel processo di presa di coscienza dei suoi valori culturali, storici, paesaggistici, ambientali.

3 Luglio: Evento musicale a Elva (CN) con Ecomuseo Alta Valle Maira

Ecomuseo dell’Alta Valle Maira organizza per domenica 3 luglio 2022 alle 15.00 un concerto a Elva (CN) presso la piazza di borgata Serre.

Durante l’evento si esibirà il gruppo musicale THE NEWTON FAMILY BLUES, FUNKY, REGGAE. AND MORE.

Il concerto rientra nella “V Rassegna CINE&MUSICA ALL’ECOMUSEO DELL’ALTA VALLE MAIRA 2022” finanziato dalla Fondazione CRT.

La partecipazione è gratuita all’evento è gratuita. Tutti i dettagli in locandina.

2 Luglio: Inaugurazione mostra fotografica La Montagna Viva – Ecomuseo della Pastorizia (CN)

Sabato 2 luglio alle 16:00 a Pontebernardo (CN), presso la saletta espositiva dell’Ecomuseo della Pastorizia, sarà inaugurata la mostra “La Montagna Viva – Storie di cura, tutela e valorizzazione in 15 foto-ritratti di comunità”, con scatti del fotografo cuneese Luca Prestia.

Un progetto ampio, di respiro socio-antropologico, che ri-mette al centro le persone che grazie al loro restare o ritornare, valorizzano e innovano la cultura locale, attraverso progetti agricoli e pastorali che ci parlano di riscoperta, tutela, cura e valorizzazione della montagna.

Quindici foto-ritratti di comunità, quindici giovani abitanti della Valle Stura che hanno deciso di “metterci la faccia”, a dimostrazione del fatto che, contrariamente a quanto si possa pensare, la montagna è viva, in movimento, la montagna è vita. Quindici volti che ci restituiscono vite fatte di responsabilità, sacrifici e difficoltà, di determinazione e soddisfazione, ma soprattutto di tanta passione per il proprio mestiere e per il territorio.

Per ogni persona coinvolta sono state realizzate due tipologie di foto, rigorosamente a colori: un ritratto, che diventerà un manifesto pubblicitario 70×100 e verrà disseminato nei paesi della Valle Stura per richiamare l’attenzione del pubblico e per invitare a recarsi all’Ecomuseo dove sarà esposta la seconda tipologia di foto, che ritrae i soggetti nel proprio contesto lavorativo.
Gli scatti esposti nella saletta dell’ecomuseo saranno visitabili fino al 31 dicembre, negli orari di apertura dell’ecomuseo. Le foto-ritratto invece saranno sempre visibili, itineranti nei vari paesi della Valle Stura, in quanto esposte all’esterno.

Per maggiori informazioni:
ecomuseopastorizia@vallestura.cn.it
+39 340 98 48801

3 Luglio: Passeggiando da Museo a Museo – Ecomuseo Terra del Castelmagno (CN)

Domenica 3 luglio l’Ecomuseo Terra del Castelmagno incontra il Museo etnografico di Coumboscuro passeggiando sui sentieri tra San Pietro e Santo Lucio. 

Il prossimo appuntamento targato EXPA – Esperienze X Persone Appassionate sarà domenica 3 luglio alle 9.30 presso il l’Ecomuseo Terra del Castelmagno in via Mistral 89 di San Pietro dove si visiterà l’omonimo museo, la mostra Pèire que Préiquen dedicata alle cave di ardesia e il Paese senza Tempo abitato da un centinaio di Babaciu. Successivamente insieme a una guida escursionistica dell’Ecomuseo si percorrerà il sentiero delle borgate abitate un tempo dai cavatori fino ad arrivare a borgata Marquion dove ci verrà incontro la famiglia di Anna Arneodo

Dopo la pausa pranzo, nel pomeriggio insieme a Laurens si andrà alla scoperta della coltura della canapa, un tempo molto coltivata in queste zone e la cui fibra veniva impiegata soprattutto in ambito tessile. Proseguiremo con la visita al Museo etnografico di Coumboscuro dove è ancora possibile vedere un esemplare ben conservato di telaio orizzontale e la testimonianza di quella che era la lavorazione tessile locale fino al secolo scorso. Per concludere la giornata merenda sinoira preparata della famiglia Arneodo con prodotti dell’azienda agricola biologica. Il rientro dei partecipanti a San Pietro avverrà con navetta. 
Sarà inoltre possibile prenotare il proprio pranzo al sacco preparato dal  Senpìe – Osteria con Birra (€ 10,00). 

Il costo della giornata è € 15,00 comprensivo di passeggiata e ingresso con visita ai due musei e merenda sinoira. Posti limitati, per info e prenotazioni al 334 5336868 o expa.terradelcastelmagno@gmail.com entro il 01/07. 

Note:

Ritrovo: ore 9.30 Via Mistral 89, Fraz. San Pietro Monterosso Grana (CN)

Necessari: scarpe da trekking, acqua, pranzo al sacco, abbigliamento tecnico. Consigliati i bastoncini da trekking 

https://www.terradelcastelmagno.it/

Apertura della Rete Museale Anfiteatro Morenico di Ivrea (TO)

DAL 3 LUGLIO AL 16 OTTOBRE 2022 TUTTE LE DOMENICHE CON ORARIO: 10.00 – 12.00 E 15.00 – 18.00 

Nel mese di Luglio riaprono al pubblico i siti museali della Rete Museale Anfiteatro Morenico Ivrea (AMI) che, insieme al circuito delle Chiese Romaniche AMI, rappresenta una delle principali attrattive culturali di questo territorio durante la stagione estiva. L’iniziativa coinvolge e promuove un gruppo di  piccoli siti museali locali che, nel loro insieme, sono rappresentativi della cultura, delle tradizioni, della  storia e del paesaggio dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, territorio particolarmente vocato ad un turismo  culturale e ecosostenibile. 

In questa edizione, dopo due anni molto difficili a causa del Covid 19, sono nove i siti museali aderenti al circuito che saranno aperti contemporaneamente tutte le Domeniche a partire dal 3 Luglio fino al 16  Ottobre con orario: 10.00 – 12.00 e 15.00 – 18.00. 

I siti museali che partecipano all’iniziativa sono i seguenti : 

o Museo “Gran Masun” di Carema (TO) 

o Museo della Civiltà Contadina di Andrate (TO), 

o Museo “La Bötega del Frér” di Chiaverano (TO), 

o Casa della Resistenza di Sala Biellese (BI),  

o Ecomuseo “Storie di carri e carradori” di Zimone (BI), 

o Museo all’Aperto Arte e Poesia (MAAP) “Giulia Avetta” di Cossano C.se (TO), o Ecomuseo “L’Impronta del Ghiacciaio” di Caravino (TO), 

o Museo dalla Saggina alla Scopa di Foglizzo (TO) 

o Museo civico “Nòssi Ràis” di San Giorgio C.se (TO) 

La Rete Museale AMI, progettata e gestita dall’Ecomuseo AMI, sostenuta dalla Fondazione CRT, dalla  Fondazione Banca del Canavese, dal Rotary Club di Ivrea, nonché dall’azienda Carbomech, è cofinanziata  dai Comuni aderenti e si propone di valorizzare i siti museali coinvolti anche attraverso l’impiego di  giovani del territorio che, appositamente selezionati ed assunti, gestiranno i musei nel periodo indicato.  

La Rete Museale AMI – dichiara la Presidente Laura Salvetti – si conferma fin da subito come sistema  museale capace di offrire al pubblico un insieme di piccole realtà del patrimonio culturale locale che hanno  saputo alimentare la curiosità dei visitatori nel corso degli anni. Ripartiamo senza la sapiente guida del  nostro fondatore Giuliano Canavese, recentemente scomparso, che è stato l’artefice principale del successo  di quest’iniziativa. Grazie al suo impegno e alla sua dedizione nelle dieci edizioni precedenti, escludendo la  pausa forzata del 2020 per Covid, i musei del circuito hanno accolto migliaia di persone suscitando un  grande interesse e divenendo un punto di riferimento per tutta l’area dell’Anfiteatro Morenico. Ci  auguriamo dunque che in questo 2022 la Rete Museale AMI riprenda con il trend positivo delle passate  edizioni, tornando ad essere un attrattore culturale territoriale sia per i visitatori locali sia per i viaggiatori  provenienti da altre regioni o dall’estero. 

ECOMUSEO ANFITEATRO MORENICO IVREA 

C.so Centrale, 53 – 10010 Chiaverano 

e-mail info@ecomuseoami.it 

Tel. + 39.0125.54533

30 giugno: Inaugurazione della mostra fotografica Visionary Women – Ecomuseo del Granito (VB)

Mergozzo, Antica Latteria – giovedì 30 giugno ore 21
Inaugurazione Visionary Women con Le Donne del Granito

Giovedì 30 giugno alle ore 21 presso l’Antica Latteria, vicolo XI, 11, sede dell’Ecomuseo del Granito a Mergozzo, viene inaugurata la mostra dedicata ad una selezione delle immagini del progetto Visionary Women di Jill Mathis.

Ecomuseo del Granito

In omaggio al contesto ecomuseale del granito, l’inaugurazione sarà dedicata alle “Donne del Granito”, imprenditrici eredi della tradizione lapidea locale, che hanno saputo portarla nel terzo millennio. In apertura il socio GAM Italo Tomola, memoria storica di Mergozzo, proporrà una riflessione su “Ruoli e mestieri delle donne imprenditrici a Mergozzo”. A seguire Cristina Pastore, giornalista de La Stampa, dialogherà con un’imprenditrice mergozzese di lungo corso nel settore lapideo, Mirna Martinelli, della Lidio Martinelli SAS. Quindi saranno coinvolte a raccontare le loro esperienze tre delle “Visionary Women” che hanno aderito al progetto: Rosella Paganoni, di SteinVarz, azienda che produce ruote diamantate per il taglio della pietra, Jessica Sella, di Graniti Montorfano, azienda di taglio, e Tiziana Scaciga, di Moro Serizzi, promotrice del progetto Pietre Trovanti, con cui vengono recuperati gli scarti di lavorazione della pietra per la realizzazione di oggetti di design.
 
La mostra sarà visitabile presso la sala espositiva dell’Antica Latteria fino a domenica 28 agosto, con apertura nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 18.